[Logo] Spazio Aperto Banca Sella
[Register] Registrati   [Login] Login    
[Search] Ricerca   [Recent Topics] Argomenti Recenti   [Hottest Topics] Argomenti vivaci  
[Banner Pubblicitario]
Sondaggio grado di soddisfazione Sella Extreme 4.  XML
Indice dei Forum » SellaExtreme 4 (stanza chiusa)
Autore Messaggio
Diego.Salgarella


Registrato: 17/02/2011 11:21:07
Messaggi: 1537
Offline

Diego.Salgarella wrote:
Das la tua osservazione non fa una piega però io lo considero un caso limite per 2 motivi
1) si può verificare in maniera evidente per gli indicatori che hanno un disegno basato sui propri di valori (RSI/CCI ecc ecc) mentre per tutti quelli che si basano sui valori della serie prezzi (Medie mobili/Bollinger ecc ecc) è praticamente ininfluente
2) ho progettato la funzione di zoom con un' idea di utilizzo diversa dalle che applichi tu. Lo scopo fondamentale è quello di poter permettere, quando necessario, una visione di insieme chiara, indipendentemente dallo spazio fiscio a disposizione, per capire quale è il trend "storico" ed eventualmente tracciare qualche trend line di tendneza primaria che poi potrò affinare quando tornerò ad uno visualizzazione senza zoom. Nel tuo esempio tracci in zoom out e utilizzi in zoom in io traccio in zoom in e utilizzo in zoom out (ma quanti in ho scritto )

Nell'immagine qui sotto ti riporto l'evidenza di cosa no poteva fare la SXT3 e che invece è possibile con la SXT4 ... Il grafico ha la stessa dimensione fisica la 3 arriva fino al 2008 la 4 fino al 2003


Completo quanto detto con un esempio ...
Nella prima immagine c'è:
- un supporto disegnato basandosi sugli upper body che ha origine nel 2005
- una trend line disegnata basandosi sugli high che ha origine ad inizio 2007
Nella seconda immagine sono tornato ad uno zoom normale e le linee sono ancora attuali

(Scusate ho inserito le immagini in senso inverso)
 Nome del File Eni2.jpg [Disk] Download
 Descrizione Nessuna descrizione fornita
 Dimensione del File 47 Kbytes
 Scaricato:  0 tempo(i)

 Nome del File Eni1.jpg [Disk] Download
 Descrizione Nessuna descrizione fornita
 Dimensione del File 51 Kbytes
 Scaricato:  0 tempo(i)

This message was edited 2 times. Last update was at 14/04/2011 16:21:04

GiaFil


Registrato: 17/01/2011 13:08:44
Messaggi: 6
Offline

Grazie mille per la spiegazione Diego, così ho scoperto un nuovo utilizzo ed certamente utile

Il problema però rimane, a meno che io non abbia capito male. Se per i miei studi utilizzo ad esempio candele ad 1 minuto, con lo zoom mi ritrovo candele proporzionali allo stesso (ad esempio da 20 minuti), quasi vale la pena cambiare il time frame e metterlo a 20 minuti. Io personalemente avrei preferito lasciare il sistema della vecchia sxt3 ed implementarlo con una funzione simile a quella presente su altre piattaforme (ad esempio pro realtime mi sembra) in cui è possibile visualizzare su time frame inferiori linee di tendenza etc tracciate su time frame superiori).

Diego.Salgarella


Registrato: 17/02/2011 11:21:07
Messaggi: 1537
Offline

GiaFil wrote:Grazie mille per la spiegazione Diego, così ho scoperto un nuovo utilizzo ed certamente utile

Il problema però rimane, a meno che io non abbia capito male. Se per i miei studi utilizzo ad esempio candele ad 1 minuto, con lo zoom mi ritrovo candele proporzionali allo stesso (ad esempio da 20 minuti), quasi vale la pena cambiare il time frame e metterlo a 20 minuti. Io personalemente avrei preferito lasciare il sistema della vecchia sxt3 ed implementarlo con una funzione simile a quella presente su altre piattaforme (ad esempio pro realtime mi sembra) in cui è possibile visualizzare su time frame inferiori linee di tendenza etc tracciate su time frame superiori).


So che viene comodo ma lo zzom deve essere considerato un sistema per avaere una visione di insieme e non per passare in automatico ad un time frame superiore senza "ricaricare".

La SellaExtreme, se nel cambio di time frame i punti di ancoraggio riamngono presenti, mantiene le trend line.

NElla prima immagine una trend line tracciata su eni Time Frame 5 minuti
NElla seconda immagine la trend line è stat mantenuta ricercando le candele più prossime ai punti di ancoraggio che c' erano nella serie a 5 minuti

(Non cè speranza non riesco ad ordinare correttamente le immagini anche questa volta sono invertite )
 Nome del File Eni_1min.jpg [Disk] Download
 Descrizione Nessuna descrizione fornita
 Dimensione del File 68 Kbytes
 Scaricato:  0 tempo(i)

 Nome del File Eni_5min.jpg [Disk] Download
 Descrizione Nessuna descrizione fornita
 Dimensione del File 69 Kbytes
 Scaricato:  0 tempo(i)

This message was edited 2 times. Last update was at 14/04/2011 16:27:29


Diego Salgarella
Resp IT Trading On Line
paoletto


Registrato: 28/03/2011 19:45:48
Messaggi: 13
Offline

Scusate se mi intrometto e se ribadisco sempre lo stesso concetto:

Io sono sicuro che la Sella 4 sia stata progettata per "migliorare" una situazione già esistente...(non potrebbe essere altrimenti).
Però di fatto questi "miglioramenti" non sono stati percepiti come tali da parecchi utenti...anzi al contrario.

Sarei curioso di sapere, tra tutti gli utilizzatori di Sella 4 (ex Sella 3), quanti siano soddisfatti e quanti invece non soddisfatti della nuova piattaforma...ma ahimè la mia curiosità rimarrà tale senza riscontri...

Un saluto.
Das


Registrato: 13/02/2011 20:50:44
Messaggi: 13
Offline

Diego.Salgarella wrote:
Das wrote:Grazie vda1 per il suggerimento.

Veniamo quindi alle anomalie dello zoom.

Tracciamo due semplici trend line sia sul grafico dei prezzi che sul grafico di un oscillatore assocciato a quel prezzo, il tutto con uno zoom x1, cioè in configurazione normale. (prima immagine).

Poi allo stesso grafico applichiamo uno zoom x4. (seconda immagine)

Si nota che nell'effettuare lo zoom x4 mentre più o meno la trend line sul grafico a candele conserva la sua natura così come nel grafico x1, per la trend line sull'oscillatore non viene conservata la sua natura, dal momento che nel punto a' l'oscillatore non tocca più la trend line come appunto nella configurazione x1.
Ora è chiaro che se la funzione di uno zoom è semplicemente quella di rimpicciolire o ingradire un grafico (sia esso oscillatore o prezzi), tutto quello che sta su grafico (sia esso oscillatore o prezzi) deve conservare le sue caratteristiche rispetto al grafico stesso, altrimenti non è zoom (IN o Out), ma è tutt'altra cosa. Cosa non saprei...

Grazie Diego per la risposta.


Das la tua osservazione non fa una piega però io lo considero un caso limite per 2 motivi
1) si può verificare in maniera evidente per gli indicatori che hanno un disegno basato sui propri di valori (RSI/CCI ecc ecc) mentre per tutti quelli che si basano sui valori della serie prezzi (Medie mobili/Bollinger ecc ecc) è praticamente ininfluente
2) ho progettato la funzione di zoom con un' idea di utilizzo diversa dalle che applichi tu. Lo scopo fondamentale è quello di poter permettere, quando necessario, una visione di insieme chiara, indipendentemente dallo spazio fiscio a disposizione, per capire quale è il trend "storico" ed eventualmente tracciare qualche trend line di tendneza primaria che poi potrò affinare quando tornerò ad uno visualizzazione senza zoom. Nel tuo esempio tracci in zoom out e utilizzi in zoom in io traccio in zoom in e utilizzo in zoom out (ma quanti in ho scritto )

Nell'immagine qui sotto ti riporto l'evidenza di cosa no poteva fare la SXT3 e che invece è possibile con la SXT4 ... Il grafico ha la stessa dimensione fisica la 3 arriva fino al 2008 la 4 fino al 2003



Ciao Diego!
Intanto ti ringrazio tantissimo per le spiegazioni tecniche che ci dai, e scusami se devi sorbirti le nostre lamentele, suggerimenti…o chiamali come vuoi, ma ti assicuro che sono fatte in pieno spirito costruttivo.
Quindi grazie ancora.

Allora ho capito quale è stata la modalità con cui hai inteso lo zoom, quella di avere appunta una visione di insieme del grafico, in particolare del grafico dei prezzi.
Resta il fatto però che a mio parere questa funzionalità così come l’hai intesa, poteva essere tenuta insieme con l’intendimento normale che si ha di zoom, ossia ingradire o rimpicciolire il grafico facendo in modo che restassero costanti tutti i rapporti grafici (prezzi e indicatori).
Insomma avere lo zoom inteso nel modo più semplice possibile. Ora se ciò non è possibile per un problema di pixel o di altro, su questo non so dirti, fatto sta che le altre piattaforme di treding hanno zoom out che abbracciano una temporalità molto più ampia di quella che può abbracciare sella estreme 4 e contemporaneamente mantengono tutte le candele grafiche nonché gli indicatori nella loro reale consistenza puntuale. In tal caso quindi hanno sia il privilegio di conservare supporti, resistenze quando si passa da zoom out a zoom in, ma in più conservano anche il reale valore e consistenza grafico puntuale degli indicatori!

Tra l’altro per avere una visione di insieme sui trend primari di più lungo periodo, basta semplicemente passare a time frame più alti (settimanali o mensili).

Comunque, capita la funzionalità che hai voluto dare allo zoom, e l'utilità che senza dubbio ha anche per l'agganciamento degli strumenti tracciati nei vari zoom, dobbiamo però anche dire che l'analisi chartistica sugli oscillatori non è un caso limite. Oscillatori come l'rsi e il cci ed altri che sono alla base dell’analisi tecnica e di tutti gli studi di analisi tecnica integrata.

Prendiamo l’rsi proprio, ad esempio.
Con questa metodologia di zoom, tale indicatore è praticamente inservibile per determinati usi (che ritengo utili e importanti), perché una volta che vado a fare uno zoom out i suoi valori sono falsati. A questo aggiungi anche che risultano falsate le divergenze rispetto ai prezzi che sono un altro punto forte di questo tipo di oscillatori, anche se a questo si può ovviare cercando di non zommare out fino al limite che va oltre la x1 e cmq compatibilmente con la visibilità nello spazio disponibile a seconda dei vari time frame.

In sostanza quindi non possiamo proprio dire che siamo in un caso limite, perchè stiamo parlando di analisi tecnica nelle sue forme elementari e del rapporto tra oscillatori e prezzi, ossia di fare analisi chartistica sia sui prezzi che sugli oscillatori.

Ti faccio un esempio banale di quanto siano utili gli oscillatori e di come invece sarebbe stato falsato il tutto utilizzando lo zoom così come è impostato su sella 4.
E per farlo utilizzo prima di tutto i grafici del metastock, che ovviamente non è una piattaforma di trading ma un software esterno, ma questo discorso lo potrei applicare con una piattaforma di qualche altra banca che permette di zoomare in modo più consistente ma tenendo le candele e gli oscillatori in modo rigoroso.

Mettiamo che io che voglia studiare se sull’oscillatore (prendiamo l’rsi) ci siano punti tecnici caratteristici, ad esempio una trend line caratteristica, ossia cosiddetta dominante (sia essa supporto o resistenza) ( E’ importante capire che supporti e resistenze in analisi tecnica esistono non solo sui grafici dei prezzi ma anche sui grafici degli indicatori! Ma se gli indicatori sono falsati….).

Per effettuare questo studio grafico ho bisogno quindi di avere un certo spazio temporale, diciamo 1 anno, o 2 anni o 3, dipende da quello che trovo sul grafico.
Ad esempio prendiamo il solito grafico dell’indice italiano (secondo grafico) che ha uno zoom normale.
Poi per effettuare lo studio, consideriamo lo stesso indice in zoom out, in modo da abbracciare più temporalità per studiarlo più sul lungo periodo e vedere se ho rette dominanti (primo grafico).

Come si vede dal grafico (primo grafico) effettuato lo zoom out, cioè abbracciato un periodo temporale maggiore (conservando candele del grafico e valori dell’oscillatore), mi accorgo che sull’oscillatore ho una possibile retta dominante (la retta a’-b’). Quindi quando l’oscillatore mi stava per arrivare sulla retta dominante nel punto c’, avrei detto: bene, è su una retta dell'oscillatore
, in più a livello grafico è su un supporto (il supporto dato dalla linea orizzontale rossa sul grafico dei prezzi), a quel punto avrei potuto supporre con ragionevolezza (unendoci qualche altro concetti di AT che non sto qui a spiegare) che in quel punto i prezzi avrebbero potuto rimbalzare, e quindi avrei potuto prendere posizione lunga su questo indice).

Vediamo ora cosa sarebbe accaduto con la piattaforma sella estreme 4. (terzo grafico)
Qui abbiamo il normale zoom x1.

Per abbracciare una temporalità maggiore effettuto uno zoom out x4. (quarto grafico che posto successivamente a parte che qui non si può).
Qui come vedete nel punto c'; ho il solito falso valore dell'rsi per cui la retta dominante a'- b' sarebbe stata rotta, mentre in realtà non è così. E questo cosa implica? Che mi da un'informazione sbagliata oltre a non essere affidabile.
Cioè l'analisi chartistica sugli oscillatori non è esatta...ed è quindi poco affidabile.
Ripeto questa modalità di analisi non è un caso limite di analisi tecnica, ma rientra nella normale analisi tecnico/chartistica degli oscillatori.
Così come bisogna prestare attenzione anche alle divergeze dell'oscillatore che potrebbero essere falsate, divergenze che sono cmq un altro punto importante dell'analisi tecnica.

Scusami se sono stato prolisso, non voglio tediare nessuno con queste mie considerazioni. Il mio è solo un suggerimento per evidenziare ciò che può dare qualche problema nell'applicazione dell'analisi tecnica classica e quindi tenerne conto per effettuare successivi miglioramenti.
Che vuoi farci, noi utenti/clienti non ci accontentiamo mai!

Grazie ancora Diego per la tua disponibilità
Buon lavoro.
 Nome del File 6.jpg [Disk] Download
 Descrizione Nessuna descrizione fornita
 Dimensione del File 130 Kbytes
 Scaricato:  0 tempo(i)

 Nome del File 5.jpg [Disk] Download
 Descrizione Nessuna descrizione fornita
 Dimensione del File 151 Kbytes
 Scaricato:  0 tempo(i)

 Nome del File 7.jpg [Disk] Download
 Descrizione Nessuna descrizione fornita
 Dimensione del File 139 Kbytes
 Scaricato:  0 tempo(i)

This message was edited 4 times. Last update was at 15/04/2011 00:14:10

Das


Registrato: 13/02/2011 20:50:44
Messaggi: 13
Offline

posto qui il quarto grafico.

 Nome del File 8.jpg [Disk] Download
 Descrizione Nessuna descrizione fornita
 Dimensione del File 72 Kbytes
 Scaricato:  0 tempo(i)

Das


Registrato: 13/02/2011 20:50:44
Messaggi: 13
Offline

Scusatemi, mi sono accorto anche io che il primo e il secondo grafico sono invertiti...non so perchè me li abbia invertiti.
Boh...mistero...
Scherzo!
Buona serata a tutti.

P.s.: ho invertito perciò le diciture dei grafici che prima avevo scritto...almeno mi pare, l'ora è tarda...

This message was edited 1 time. Last update was at 15/04/2011 00:15:29

Diego.Salgarella


Registrato: 17/02/2011 11:21:07
Messaggi: 1537
Offline

Ciao Das un itervento veloce solo per dirti che ho visto quello che hai scritto ma oggi è una giornata un po' incasinata appena possibile leggo bene quello che hai scritto e ti rispondo

Diego Salgarella
Resp IT Trading On Line
vda1


Registrato: 30/04/2009 13:01:06
Messaggi: 114
Offline

Diego.Salgarella wrote:Ciao Das un itervento veloce solo per dirti che ho visto quello che hai scritto ma oggi è una giornata un po' incasinata appena possibile leggo bene quello che hai scritto e ti rispondo


Ciao Diego, per alleggerirti la giornata .. vorrei proporti alcune cose che penso possano essere utili a tutti

1) è possibile avere un bel tasto per ripulire il grafico da tutte le .. linee e ..oggetti inseriti in un colpo solo ?

2) tra gli indicatori sarebbe possibile inserire lo stochastic momentum index ( SMI ) ?

3) e per .. finire ( per ora) una bella trendline .. automatica con origine a scelta tra L H C delle ultime 2 barre completate nel time frame del grafico ( precedenti a quella in formazione)

per te sarà un gioco da ... ragazzi quattro righe di .. comando e il gioco è .. fatto



Diego.Salgarella


Registrato: 17/02/2011 11:21:07
Messaggi: 1537
Offline

Das wrote:
Ciao Diego!
Intanto ti ringrazio tantissimo per le spiegazioni tecniche che ci dai, e scusami se devi sorbirti le nostre lamentele, suggerimenti…o chiamali come vuoi, ma ti assicuro che sono fatte in pieno spirito costruttivo.
Quindi grazie ancora.

Allora ho capito quale è stata la modalità con cui hai inteso lo zoom, quella di avere appunta una visione di insieme del grafico, in particolare del grafico dei prezzi.
Resta il fatto però che a mio parere questa funzionalità così come l’hai intesa, poteva essere tenuta insieme con l’intendimento normale che si ha di zoom, ossia ingradire o rimpicciolire il grafico facendo in modo che restassero costanti tutti i rapporti grafici (prezzi e indicatori).
Insomma avere lo zoom inteso nel modo più semplice possibile. Ora se ciò non è possibile per un problema di pixel o di altro, su questo non so dirti, fatto sta che le altre piattaforme di treding hanno zoom out che abbracciano una temporalità molto più ampia di quella che può abbracciare sella estreme 4 e contemporaneamente mantengono tutte le candele grafiche nonché gli indicatori nella loro reale consistenza puntuale. In tal caso quindi hanno sia il privilegio di conservare supporti, resistenze quando si passa da zoom out a zoom in, ma in più conservano anche il reale valore e consistenza grafico puntuale degli indicatori!

Tra l’altro per avere una visione di insieme sui trend primari di più lungo periodo, basta semplicemente passare a time frame più alti (settimanali o mensili).

Comunque, capita la funzionalità che hai voluto dare allo zoom, e l'utilità che senza dubbio ha anche per l'agganciamento degli strumenti tracciati nei vari zoom, dobbiamo però anche dire che l'analisi chartistica sugli oscillatori non è un caso limite. Oscillatori come l'rsi e il cci ed altri che sono alla base dell’analisi tecnica e di tutti gli studi di analisi tecnica integrata.

Prendiamo l’rsi proprio, ad esempio.
Con questa metodologia di zoom, tale indicatore è praticamente inservibile per determinati usi (che ritengo utili e importanti), perché una volta che vado a fare uno zoom out i suoi valori sono falsati. A questo aggiungi anche che risultano falsate le divergenze rispetto ai prezzi che sono un altro punto forte di questo tipo di oscillatori, anche se a questo si può ovviare cercando di non zommare out fino al limite che va oltre la x1 e cmq compatibilmente con la visibilità nello spazio disponibile a seconda dei vari time frame.

In sostanza quindi non possiamo proprio dire che siamo in un caso limite, perchè stiamo parlando di analisi tecnica nelle sue forme elementari e del rapporto tra oscillatori e prezzi, ossia di fare analisi chartistica sia sui prezzi che sugli oscillatori.

Ti faccio un esempio banale di quanto siano utili gli oscillatori e di come invece sarebbe stato falsato il tutto utilizzando lo zoom così come è impostato su sella 4.
E per farlo utilizzo prima di tutto i grafici del metastock, che ovviamente non è una piattaforma di trading ma un software esterno, ma questo discorso lo potrei applicare con una piattaforma di qualche altra banca che permette di zoomare in modo più consistente ma tenendo le candele e gli oscillatori in modo rigoroso.

Mettiamo che io che voglia studiare se sull’oscillatore (prendiamo l’rsi) ci siano punti tecnici caratteristici, ad esempio una trend line caratteristica, ossia cosiddetta dominante (sia essa supporto o resistenza) ( E’ importante capire che supporti e resistenze in analisi tecnica esistono non solo sui grafici dei prezzi ma anche sui grafici degli indicatori! Ma se gli indicatori sono falsati….).

Per effettuare questo studio grafico ho bisogno quindi di avere un certo spazio temporale, diciamo 1 anno, o 2 anni o 3, dipende da quello che trovo sul grafico.
Ad esempio prendiamo il solito grafico dell’indice italiano (secondo grafico) che ha uno zoom normale.
Poi per effettuare lo studio, consideriamo lo stesso indice in zoom out, in modo da abbracciare più temporalità per studiarlo più sul lungo periodo e vedere se ho rette dominanti (primo grafico).

Come si vede dal grafico (primo grafico) effettuato lo zoom out, cioè abbracciato un periodo temporale maggiore (conservando candele del grafico e valori dell’oscillatore), mi accorgo che sull’oscillatore ho una possibile retta dominante (la retta a’-b’). Quindi quando l’oscillatore mi stava per arrivare sulla retta dominante nel punto c’, avrei detto: bene, è su una retta dell'oscillatore
, in più a livello grafico è su un supporto (il supporto dato dalla linea orizzontale rossa sul grafico dei prezzi), a quel punto avrei potuto supporre con ragionevolezza (unendoci qualche altro concetti di AT che non sto qui a spiegare) che in quel punto i prezzi avrebbero potuto rimbalzare, e quindi avrei potuto prendere posizione lunga su questo indice).

Vediamo ora cosa sarebbe accaduto con la piattaforma sella estreme 4. (terzo grafico)
Qui abbiamo il normale zoom x1.

Per abbracciare una temporalità maggiore effettuto uno zoom out x4. (quarto grafico che posto successivamente a parte che qui non si può).
Qui come vedete nel punto c'; ho il solito falso valore dell'rsi per cui la retta dominante a'- b' sarebbe stata rotta, mentre in realtà non è così. E questo cosa implica? Che mi da un'informazione sbagliata oltre a non essere affidabile.
Cioè l'analisi chartistica sugli oscillatori non è esatta...ed è quindi poco affidabile.
Ripeto questa modalità di analisi non è un caso limite di analisi tecnica, ma rientra nella normale analisi tecnico/chartistica degli oscillatori.
Così come bisogna prestare attenzione anche alle divergeze dell'oscillatore che potrebbero essere falsate, divergenze che sono cmq un altro punto importante dell'analisi tecnica.

Scusami se sono stato prolisso, non voglio tediare nessuno con queste mie considerazioni. Il mio è solo un suggerimento per evidenziare ciò che può dare qualche problema nell'applicazione dell'analisi tecnica classica e quindi tenerne conto per effettuare successivi miglioramenti.
Che vuoi farci, noi utenti/clienti non ci accontentiamo mai!

Grazie ancora Diego per la tua disponibilità
Buon lavoro.

Lentamente ma ... arrivo sempre

Ho riguardato nel dettaglio gli algoritmi di disegno per le serie rappresentate linearmente (normalmente gl indicatori) e penso che la distanza che c'è tra te e me è data dal fatto che se siamo in una condizione di zoom X4 io "plotto" con il 4° valore di quel segmento di serie e nel caso che nei 3 elementi precedenti ci fosse stato un valore più basso o più alto questo non verrebbe visualizzato.
A questo punto ti faccio una domanda
Se nel plottare tenessi conto anche dei massimi e dei minimi di quel segmento in modo tale che per te risultino visibili risolverei il problema?

Ti allego una tua immagine modificata purtroppo si vede poco ma se ci farai caso nel cerchio non c'è più un aline aocntinua ma sono delle barre(minimo massimo del periodo) e si passa alla successiva tracciando dal valore di chisura(quello che accade oggi)
 Nome del File RSI.jpg [Disk] Download
 Descrizione Nessuna descrizione fornita
 Dimensione del File 15 Kbytes
 Scaricato:  0 tempo(i)

This message was edited 1 time. Last update was at 21/04/2011 16:36:25

Diego.Salgarella


Registrato: 17/02/2011 11:21:07
Messaggi: 1537
Offline

vda1 wrote:
Ciao Diego, per alleggerirti la giornata .. vorrei proporti alcune cose che penso possano essere utili a tutti

1) è possibile avere un bel tasto per ripulire il grafico da tutte le .. linee e ..oggetti inseriti in un colpo solo ?

2) tra gli indicatori sarebbe possibile inserire lo stochastic momentum index ( SMI ) ?

3) e per .. finire ( per ora) una bella trendline .. automatica con origine a scelta tra L H C delle ultime 2 barre completate nel time frame del grafico ( precedenti a quella in formazione)

per te sarà un gioco da ... ragazzi quattro righe di .. comando e il gioco è .. fatto




1) Mi pare un buon suggerimento
2) Va insieme ai suggerimenti per gli indicatori
3) Scusami ma non l'ho capita. Mi puoi fare un esempio in modo tale che lo inserisco in procedura suggerimenti in maniera corretta?

Mentre ci sono vi consiglio di utilizzare questo link

https://www.sella.it/community/suggerimenti/index.jsp

Molti saranno restii a farlo ma vi garantisco che ogni suggerimento viene letto, censito e catalogato (nel caso che ne esistano di simili ne viene creato uno comulativo)

Vi allego l'immagine che corrisponde al link che vi ho indicato
 Nome del File Suggerimenti.jpg [Disk] Download
 Descrizione Nessuna descrizione fornita
 Dimensione del File 91 Kbytes
 Scaricato:  0 tempo(i)

This message was edited 2 times. Last update was at 21/04/2011 16:49:41


Diego Salgarella
Resp IT Trading On Line
vda1


Registrato: 30/04/2009 13:01:06
Messaggi: 114
Offline

questo è un semplice ( e spero chiaro) esempio ..

scelte 2 trendline ( una dai minimi e l'altra dai massimi),
nell'esempio ci sono anche le tl precedenti , che dovrebbero essere cancellate quando si genera automaticamente l'ultima tl

con metastock si potrebbe fare con indicator builder.. ma non è il mio forte e mi sono limitato a scaricare un formula da internet ma non funziona proprio .. in real time intraday

ciao e grazie
 Nome del File trauto.JPG [Disk] Download
 Descrizione Nessuna descrizione fornita
 Dimensione del File 24 Kbytes
 Scaricato:  1 tempo(i)

Das


Registrato: 13/02/2011 20:50:44
Messaggi: 13
Offline

Diego.Salgarella wrote:
Das wrote:
Ciao Diego!
Intanto ti ringrazio tantissimo per le spiegazioni tecniche che ci dai, e scusami se devi sorbirti le nostre lamentele, suggerimenti…o chiamali come vuoi, ma ti assicuro che sono fatte in pieno spirito costruttivo.
Quindi grazie ancora.

Allora ho capito quale è stata la modalità con cui hai inteso lo zoom, quella di avere appunta una visione di insieme del grafico, in particolare del grafico dei prezzi.
Resta il fatto però che a mio parere questa funzionalità così come l’hai intesa, poteva essere tenuta insieme con l’intendimento normale che si ha di zoom, ossia ingradire o rimpicciolire il grafico facendo in modo che restassero costanti tutti i rapporti grafici (prezzi e indicatori).
Insomma avere lo zoom inteso nel modo più semplice possibile. Ora se ciò non è possibile per un problema di pixel o di altro, su questo non so dirti, fatto sta che le altre piattaforme di treding hanno zoom out che abbracciano una temporalità molto più ampia di quella che può abbracciare sella estreme 4 e contemporaneamente mantengono tutte le candele grafiche nonché gli indicatori nella loro reale consistenza puntuale. In tal caso quindi hanno sia il privilegio di conservare supporti, resistenze quando si passa da zoom out a zoom in, ma in più conservano anche il reale valore e consistenza grafico puntuale degli indicatori!

Tra l’altro per avere una visione di insieme sui trend primari di più lungo periodo, basta semplicemente passare a time frame più alti (settimanali o mensili).

Comunque, capita la funzionalità che hai voluto dare allo zoom, e l'utilità che senza dubbio ha anche per l'agganciamento degli strumenti tracciati nei vari zoom, dobbiamo però anche dire che l'analisi chartistica sugli oscillatori non è un caso limite. Oscillatori come l'rsi e il cci ed altri che sono alla base dell’analisi tecnica e di tutti gli studi di analisi tecnica integrata.

Prendiamo l’rsi proprio, ad esempio.
Con questa metodologia di zoom, tale indicatore è praticamente inservibile per determinati usi (che ritengo utili e importanti), perché una volta che vado a fare uno zoom out i suoi valori sono falsati. A questo aggiungi anche che risultano falsate le divergenze rispetto ai prezzi che sono un altro punto forte di questo tipo di oscillatori, anche se a questo si può ovviare cercando di non zommare out fino al limite che va oltre la x1 e cmq compatibilmente con la visibilità nello spazio disponibile a seconda dei vari time frame.

In sostanza quindi non possiamo proprio dire che siamo in un caso limite, perchè stiamo parlando di analisi tecnica nelle sue forme elementari e del rapporto tra oscillatori e prezzi, ossia di fare analisi chartistica sia sui prezzi che sugli oscillatori.

Ti faccio un esempio banale di quanto siano utili gli oscillatori e di come invece sarebbe stato falsato il tutto utilizzando lo zoom così come è impostato su sella 4.
E per farlo utilizzo prima di tutto i grafici del metastock, che ovviamente non è una piattaforma di trading ma un software esterno, ma questo discorso lo potrei applicare con una piattaforma di qualche altra banca che permette di zoomare in modo più consistente ma tenendo le candele e gli oscillatori in modo rigoroso.

Mettiamo che io che voglia studiare se sull’oscillatore (prendiamo l’rsi) ci siano punti tecnici caratteristici, ad esempio una trend line caratteristica, ossia cosiddetta dominante (sia essa supporto o resistenza) ( E’ importante capire che supporti e resistenze in analisi tecnica esistono non solo sui grafici dei prezzi ma anche sui grafici degli indicatori! Ma se gli indicatori sono falsati….).

Per effettuare questo studio grafico ho bisogno quindi di avere un certo spazio temporale, diciamo 1 anno, o 2 anni o 3, dipende da quello che trovo sul grafico.
Ad esempio prendiamo il solito grafico dell’indice italiano (secondo grafico) che ha uno zoom normale.
Poi per effettuare lo studio, consideriamo lo stesso indice in zoom out, in modo da abbracciare più temporalità per studiarlo più sul lungo periodo e vedere se ho rette dominanti (primo grafico).

Come si vede dal grafico (primo grafico) effettuato lo zoom out, cioè abbracciato un periodo temporale maggiore (conservando candele del grafico e valori dell’oscillatore), mi accorgo che sull’oscillatore ho una possibile retta dominante (la retta a’-b’). Quindi quando l’oscillatore mi stava per arrivare sulla retta dominante nel punto c’, avrei detto: bene, è su una retta dell'oscillatore
, in più a livello grafico è su un supporto (il supporto dato dalla linea orizzontale rossa sul grafico dei prezzi), a quel punto avrei potuto supporre con ragionevolezza (unendoci qualche altro concetti di AT che non sto qui a spiegare) che in quel punto i prezzi avrebbero potuto rimbalzare, e quindi avrei potuto prendere posizione lunga su questo indice).

Vediamo ora cosa sarebbe accaduto con la piattaforma sella estreme 4. (terzo grafico)
Qui abbiamo il normale zoom x1.

Per abbracciare una temporalità maggiore effettuto uno zoom out x4. (quarto grafico che posto successivamente a parte che qui non si può).
Qui come vedete nel punto c'; ho il solito falso valore dell'rsi per cui la retta dominante a'- b' sarebbe stata rotta, mentre in realtà non è così. E questo cosa implica? Che mi da un'informazione sbagliata oltre a non essere affidabile.
Cioè l'analisi chartistica sugli oscillatori non è esatta...ed è quindi poco affidabile.
Ripeto questa modalità di analisi non è un caso limite di analisi tecnica, ma rientra nella normale analisi tecnico/chartistica degli oscillatori.
Così come bisogna prestare attenzione anche alle divergeze dell'oscillatore che potrebbero essere falsate, divergenze che sono cmq un altro punto importante dell'analisi tecnica.

Scusami se sono stato prolisso, non voglio tediare nessuno con queste mie considerazioni. Il mio è solo un suggerimento per evidenziare ciò che può dare qualche problema nell'applicazione dell'analisi tecnica classica e quindi tenerne conto per effettuare successivi miglioramenti.
Che vuoi farci, noi utenti/clienti non ci accontentiamo mai!

Grazie ancora Diego per la tua disponibilità
Buon lavoro.

Lentamente ma ... arrivo sempre

Ho riguardato nel dettaglio gli algoritmi di disegno per le serie rappresentate linearmente (normalmente gl indicatori) e penso che la distanza che c'è tra te e me è data dal fatto che se siamo in una condizione di zoom X4 io "plotto" con il 4° valore di quel segmento di serie e nel caso che nei 3 elementi precedenti ci fosse stato un valore più basso o più alto questo non verrebbe visualizzato.
A questo punto ti faccio una domanda
Se nel plottare tenessi conto anche dei massimi e dei minimi di quel segmento in modo tale che per te risultino visibili risolverei il problema?

Ti allego una tua immagine modificata purtroppo si vede poco ma se ci farai caso nel cerchio non c'è più un aline aocntinua ma sono delle barre(minimo massimo del periodo) e si passa alla successiva tracciando dal valore di chisura(quello che accade oggi)


Ciao Diego, e scusami per il ritardo nella risposta.
Guarda, dal punto di vista tecnico non so risponderti se la soluzione prospettata possa andar bene quale surrogato degli esatti valori dell'indicatore rsi o di altri dello stesso tipo: il mio intervento si limitava a farti notare che nell'eseguire lo zoom ci sono falsi valore di alcuni indicatori con quello che ne consegue.
Quindi non so, dovresti vedere tu o insomma dovrebbe studiare la cosa il vostro team tecnico nello specifico.
Tra l'altro ti dico che ovviamente nulla c'è da eccepire sulla bontà degli oscillatori quando non si applica lo zoom.

Grazie ancora per le risposte.
Ora vedo che c'è un'apposita pagina dove indicare i suggerimenti, quindi non so, non postiamo più qui??
Grazie ancora.

This message was edited 1 time. Last update was at 01/05/2011 21:34:35

Diego.Salgarella


Registrato: 17/02/2011 11:21:07
Messaggi: 1537
Offline

Das wrote:
Ciao Diego, e scusami per il ritardo nella risposta.
Guarda, dal punto di vista tecnico non so risponderti se la soluzione prospettata possa andar bene quale surrogato degli esatti valori dell'indicatore rsi o di altri dello stesso tipo: il mio intervento si limitava a farti notare che nell'eseguire lo zoom ci sono falsi valore di alcuni indicatori con quello che ne consegue.
Quindi non so, dovresti vedere tu o insomma dovrebbe studiare la cosa il vostro team tecnico nello specifico.
Tra l'altro ti dico che ovviamente nulla c'è da eccepire sulla bontà degli oscillatori quando non si applica lo zoom.

Grazie ancora per le risposte.
Ora vedo che c'è un'apposita pagina dove indicare i suggerimenti, quindi non so, non postiamo più qui??
Grazie ancora.

Devi sentirti a "casa" tua per cui posta dove ti trovi meglio ... bene o male i thread dove sono competente li guardo un po' tutti
Das


Registrato: 13/02/2011 20:50:44
Messaggi: 13
Offline

Diego.Salgarella wrote:
Das wrote:
Ciao Diego, e scusami per il ritardo nella risposta.
Guarda, dal punto di vista tecnico non so risponderti se la soluzione prospettata possa andar bene quale surrogato degli esatti valori dell'indicatore rsi o di altri dello stesso tipo: il mio intervento si limitava a farti notare che nell'eseguire lo zoom ci sono falsi valore di alcuni indicatori con quello che ne consegue.
Quindi non so, dovresti vedere tu o insomma dovrebbe studiare la cosa il vostro team tecnico nello specifico.
Tra l'altro ti dico che ovviamente nulla c'è da eccepire sulla bontà degli oscillatori quando non si applica lo zoom.

Grazie ancora per le risposte.
Ora vedo che c'è un'apposita pagina dove indicare i suggerimenti, quindi non so, non postiamo più qui??
Grazie ancora.

Devi sentirti a "casa" tua per cui posta dove ti trovi meglio ... bene o male i thread dove sono competente li guardo un po' tutti


Ok.
Passerò agli altri suggerimenti che posso consigliare nell'apposito thread creato.
Buon lavoro.
Ciao.
 
Indice dei Forum » SellaExtreme 4 (stanza chiusa)
Vai a:   
E.t.v.s.p.b WLS11G